Bilancia Commerciale: Cos’è e Come Funziona

Il termine bilancia commerciale indica il saldo tra le esportazioni e le importazioni di merci di uno Stato, normalmente prendendo in esame come arco di tempo un intero anno solare. Con l’analisi della bilancia commerciale, è come se tu avessi a disposizione un’indicazione di quanto un paese sia “autosufficiente”: si tratta in sostanza di una contabilità che pesa come fattore positivo le esportazioni e come fattore negativo le importazioni.

Se il valore delle importazioni è superiore a quello delle esportazioni, parliamo di deficit (o di saldo passivo); viceversa, se il valore delle esportazioni eccede quello delle importazioni parliamo di surplus commerciale (o di saldo negativo). Se i due valori si equivalgono, abbiamo una situazione di pareggio. Dal saldo della bilancia commerciale di uno stato deriva l’ingresso o l’uscita di capitale netto dallo Stato: se la bilancia è in passivo, si ha un’uscita di capitale netto, nel caso contrario invece si ha un ingresso di capitale netto.

Economia Cinese: come è Andata la Crescita nel 2017

L’Economia Cinese nel corso del 2017 ha segnato una crescita molto importante arrivando a segnare un dato totale complessivo dello scorso anno che arriva al 6.9%. Tale valore finale registrato rappresenta un progresso rispetto al 6.7% registrato lo scorso anno e segnando di fatto il miglior risultato dal 2015. Se guardiamo i dati degli anni precedenti ci accorgiamo che i valori di crescita rappresentano di fatto la prima vera accelerazione dell’economia cinese avutasi dal 2010. Vediamo a cosa è dovuta questa accelerazione dell’economia del Paese asiatico e quali sono le ripercussioni sui mercati globali.

Un punto molto importante e caratterizzante della crescita cinese è dato certamente dalla crescita del commercio estero, che ha registrato un incremento del 14,2%. Il dato di crescita favorevole è di fatto in controtendenza alla contrazione registratasi nel corso degli anni precedenti e ciò ha comportato un aumento delle entrate fiscali, del reddito delle famiglie e susseguentemente dei redditi delle imprese.